Vincono le ultime, la classifica si accorcia

Tre punti per Como, Cosenza e Perugia. Sudtirol e Ternana in zona playoff. Pari a Genova e Venezia

Nella foto La Presse il gol vittoria di Florenzi

 

Bari-Perugia 0-2

Colpo grosso del Perugia di Castori che passa al San Nicola per 2-0 con una doppietta di Di Serio. Orfano del capocannoniere Cheddira (squalificato), il Bari non punge e gli umbri sfiorano il vantaggio già nella prima frazione con un colpo di testa di Rosi. Ma è dopo l'intervallo che il Perugia prende sempre più coraggio: Caprile salva di piede su Iannone e poi viene graziato da Santoro. Zero a zero, finché dalla panchina non si alza Di Serio, che decide la sfida in sei minuti: prima insacca di testa su cross di Casasola, poi s'invola a campo aperto superando Vicari e siglando il raddoppio. Secondo ko nelle ultime tre sfide casalinghe per il Bari che per la prima volta esce fra i fischi dal suo stadio.

 

Brescia-Como 0-1

Il Como vince lo scontro salvezza contro il Brescia e lo sorpassa in classifica. La cura Clotet non funziona, quella di Longo invece sì. Il derby dei laghi viene risolto da un bresciano come Baselli, entrato nella ripresa, autore del gol partita al 15' del secondo tempo. Nelle fila del Brescia il solo Rodriguez si salva. Nel primo tempo due ghiotte occasioni da gol, una per parte: al 2' Parigini da pochi passi non trova lo specchio della porta mentre al 33' Rodrigez vede la sua conclusione ribattuta sulla linea Binks. Al 43' Brescia in 10 uomini: espulso Mangraviti per fallo su chiara occasione da gol. Nella ripresa l'equilibrio viene spezzato dal gol di Baselli, il più lesto a mettere in rete una corta respinta di Andrenacci su tiro di Bellemo. Nel finale espulso anche Papetti per doppia ammonizione.

 

Cosenza-Parma 1-0

Il Cosenza ritrova la vittoria. Contro il Parma, la formazione di William Viali supera di misura la squadra crociata. Decide la partita il gol realizzato da Aldo Florenzi nei primi minuti di gioco. Il centrocampista sardo dei calabresi, sul passaggio all'indietro di Marras, ha saltato il suo uomo e ha chiuso in diagonale alle spalle di Chichizola. Dall'altro lato Micai si è opposto a Inglese (16') e, soprattutto a Vazquez (46').
Nel secondo tempo, traverse per Nasti (20') e Bernabé (37'). Cosenza costretto in dieci uomini dal 25' (doppia ammonizione nello spazio di un minuto per Cortinovis) ma ha sofferto poco contro un Parma con poche idee che si è fatto vedere con un tiro ribattuto da Vaisanen e a tempo scaduto con un colpo di testa respinto da Micai.

 

Genoa-Pisa 0-0

Rallenta la marcia del Genoa che non riesce a vincere al Ferraris col Pisa, impattando sullo 0-0. Anche qualche rimpianto per i rossoblù di Gilardino, che hanno giocato in superiorità numerica per quasi trenta minuti. Nel primo tempo non ci sono particolari emozioni, l'unico brivido è quello costruito dai padroni di casa: Strootman appoggia di testa per Coda, ma il doppio tentativo ravvicinato dell'attaccante viene stoppato in qualche modo da Nicolas in uscita. Nella ripresa subito protagonisti Puscas e lo stesso Coda, che non inquadrano però lo specchio della porta. Poi al 62' gol annullato ai toscani con Morutan per fuorigioco di Beruatto che lo aveva ispirato. Sette minuti più tardi possibile svolta del match con l'espulsione di Marin che lascia il Pisa in dieci uomini. Da lì il Grifone mette sotto assedio la difesa toscana creando diverse chance interessanti, come al 75' col diagonale di Aramu di poco a lato. Nel finale anche il gol annullato a Bani per questione di centimetri.

 

Ternana-Modena 2-1

Vittoria scaccia crisi per la Ternana. La squadra rossoverde è tornata al successo dopo la sconfitta di Reggio Calabria. I tre punti arrivano nella settimana dell'annuncio della messa in vendita della società da parte dell'Unicusano. Gli umbri hanno costruito la vittoria nel primo tempo passando in vantaggio al 7° con Ghiringhelli (in gol dopo due anni) e Favilli a segno per la quinta volta in campionato. Prima dell'intervallo il Var ha annullato la doppietta di Ghiringhelli per fuorigioco di Favilli. In avvio ripresa i cambi di Tesser hanno regalato verve al Modena che ha accorciato dal dischetto con Falcinelli.

 

Sudtirol-Reggina 2-1

Incontenibile Sudtirol. La formazione altoatesina conquista la terza vittoria consecutiva, stendendo al tappeto la corazzata Reggina con una doppietta di Odogwu. Inizio di gara equilibrato, contrassegnato dal giro palla della Reggina, che però non trova la necessaria verticalizzazione. Al 29' doppia occasione per i calabresi con la girata fulminea di Menez che si stampa sulla traversa e il successivo tentativo di Gagliolo, la cui traccia aerea trova la superba deviazione del portiere Poluzzi. Il Sudtirol reagisce e trova lo spunto vincente al 36' con la devastante azione di Rover, che si beve tutta la linea amaranto per poi dettare su Tait che allunga la traiettoria, finalizzata dal tapin di Odogwu. Sette minuti dopo la Reggina pareggia con una perla di Menez che, dai trenta metri, spedisce la palla nel sette. All'84' - però - la squadra di Bisoli si riporta avanti con la zuccata di Odogwu, che sfrutta l'assist di Casiraghi. Vince il Sudtirol, Reggina piegata 2-1.

 

Venezia-Cittadella 1-1

Finisce 1-1 il derby tra Venezia-Cittadella, deciso da due rigori nel giro di nove minuti, prima con Pohjanpalo e poi Antonucci. Si è vista una partita con tanti falli, molto spezzettata e il Venezia si conferma pieno di problemi nelle sfide interne, con appena due vittorie da inizio stagione. Molto bene Kastrati tra il Cittadella, mentre la partita di Haps è durata appena 7 minuti: rosso visto alla Var per un fallo lontano dalla palla. Gli arancioneroverdi ci hanno provato soprattutto con Pohjanpalo, mentre sul finire di primo tempo hanno colpito una traversa dopo una palla carambolata addosso a Frare. Per il Cittadella un pari importante, nonostante le assenze, anche se alla fine è mancato quel qualcosa in più per provare a vincere.

 

 

Tutte le news

Serie BKT

È tempo di Derby del Lario, ecco Lecco-Como

L’ultimo turno infrasettimanale regala diverse partite interessanti, tra cui la sfida lombarda che ha come sfondo il lago

Lega B

Minuto di silenzio per La Cagnina

Lutto al braccio per ricordare l'ex calciatore della Cremonese nel match infrasettimanale contro la Sampdoria

Lega B

Nota su intervista a Tuttosport

Relativamente all’intervista al presidente della Feralpisalò Pasini, Balata ribadisce: 'No a giudizi su casi specifici'

Primavera 2 2023-24
Serie BKT

Manita Albinoleffe, il Cesena va

Nel girone A pareggia il Parma, nel B il Benevento inciampa ad Ascoli

Serie BKT

Il derby del Lario a Feliciani

Quello veneto del Penzo a Perenzoni. Ecco le designazioni dell'8a giornata di ritorno della serie BKT

Serie BKT

Giudice Sportivo, 15 squalificati

Le decisioni al termine della 7a giornata di ritorno: tutti fermati per un turno, salta la prossima anche il tecnico dell'Ascoli Castori

loading
expand_less