Vazquez, che spettacolo!

Rete spettacolo, il Parma si rialza. Genoa e Reggina mordono il primo posto. Bene Modena e Sudtirol

Nella foto La Presse il gol al volo di Vazquez

 

Benevento-Genoa 1-2

All'ultimo respiro il Genoa conquista tre punti preziosi nella corsa verso la Serie A. Un gol al 94' dell'ex Puscas condanna il Benevento ad una sconfitta amara. Adesso la situazione in classifica per i giallorossi si complica ulteriormente e la zona retrocessione si avvicina sempre di più. All'alba del match il Genoa sblocca subito la contesa grazie ad una rete dell'ex giallorosso Coda che con un preciso diagonale buca Paleari. La squadra di Gilardino legittima il vantaggio e alla mezz'ora sfiora il raddoppio con Gudmundsson che calcia a botta sicura: la palla colpisce il palo interno. Nella ripresa Cannavaro cambia le carte togliendo dalla mischia Karic e Ciano, al posto di Simy e Tello. Proprio quest'ultimo al 58' regala il pareggio ai giallorossi con un'imprendibile conclusione da fuori area. In pieno recupero, quando la partita ormai stava per volgere al termine, ecco che Puscas di testa fa esplodere di gioia gli oltre seicento tifosi giunti dalla Liguria. Vince il Genoa, Benevento sempre più giù.

 

Cittadella-Cagliari 0-0

Cagliari per rientrare subito nel giro playoff, Cittadella per raddoppiare dopo la bella vittoria di Pisa e tirarsi fuori dai bassifondi della classifica. Ne esce uno 0-0 che muove la classifica di entrambe. La squadra di Ranieri parte forte mettendo sotto assedio quella di Gorini, ma la prima vera occasione arriva tra i piedi di Antonucci che in contropiede arriva al tiro impensierendo Radunovic. Poco dopo, doppio colpo di testa di Dossena e doppia prodezza di Kastrati. La gara è spumeggiante visto che anche Mastrantonio sfiora il palo. Continui ribaltamenti di fronte e ritmo forsennato. Anche Falco sfiora il montante. Gol annullato a Zappa per fuorigioco confermato dal var. Svolta in avvio di ripresa: Salvi, già ammonito, interviene duro su Kourfalidis e si becca il secondo giallo. Cittadella in dieci uomini ora costretto a difendersi. Azzi prova con tiro da fuori.

 

Como-Pisa 2-2

Partita sempre vivace dall'inizio alla fine, decisa negli ultimi minuti da due giocatori entrati da poco, Da Riva e Masucci: questa Como-Pisa finita 2-2. I lombardi passano dopo dieci minuti con una rete di Cutrone a chiusura di una bella azione di squadra partita da uno spunto di Fabregas, in mezzo al campo, e chiusa da Parigini con un cross per l'attaccante abile a sfruttare la prima occasione. I toscani colpisceno un palo con Beruatto al 24', poi il Como sciupa la possibilità di raddoppiare quando al 38' Cerri si fa parare un rigore. E il Pisa non perdona: Tramoni sfrutta un errore di Ghidotti, respinta troppo corta, e trova il gol dell'1-1. Ripresa equilibrata, decisa nel finale:
sembra fatta per il Pisa quando Masucci con un gran tiro dal limite batte Ghidotti, ma il Como ci crede fino all'ultimo e pochi secondi prima del fischio finale Da Riva di testa batte Andrade.
Termina 2-2.Il gioco è nelle mani dei sardi che sfruttano la superiorità numerica, ma scarseggiano nelle conclusioni. I granata di Gorini chiudono bene gli spazi e si accontentano del pari. Il Cagliari prova il tutto per tutto nei minuti di recupero, ma la manovra non è efficace così finisce a reti inviolate.

 

Modena-Cosenza 2-0

Tre mesi dopo il Modena ritrova il successo casalingo e affossa un Cosenza sempre più ultimo. Per un tempo poche occasioni, poi in ripeesa tutto cambia. Nella ripresa Tesser toglie i suoi tre abulici giocatori offensivi e mette Giovannini dietro a Strizzolo e Bonfanti. Ma è Gagno con un doppio miracolo a salvare su Meroni. Poi nel finale il Modena passa con Gerli che s'incunea in area su tocco di Renzetti, poi dopo due minuti Giovannini ruba palla e da dentro l'area calcia, deviazione di Vaisanen e Micai battuto. Con due tiri un Modena non bello, ma efficace vince e sale a -1 dalla zona playoff.

 

Parma-Perugia 2-0

Il Parma ritrova il sorriso al Tardini dopo tre sconfitte interne consecutive e il pesante ko di Bari regolando con un gol per tempo il Perugia, che interrompe a tre la propria striscia utile di risultati. Sblocca subito il punteggio al 12' Benedyczak, che di testa spedisce nell'angolo più lontano un preciso traversone di Valenti dalla sinistra. In avvio di ripresa l'ex Chichizola nega il pari a Olivieri poi all'ora di gioco Vazquez chiude l'incontro grazie a uno strepitoso mancino in controbalzo che si infila all'incrocio dei pali. Nel finale Gori nega il tris al neoentrato Coulibaly.

 

Reggina-Ternana 2-1

Al Granillo la Reggina vince in rimonta per 2-1 sulla Ternana e porta a casa tre punti pesanti. Doppietta di Fabbian, segna anche Pettinari. Nel primo tempo gli amaranto creano subito qualche occasione con Rivas e Majer, ma Iannarilli salva. La Reggina attacca ancora ma è la Ternana a sbloccare il risultato con Pettinari che al 30' manda in rete di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Poco dopo il giocatore rossoverde ci prova ancora ma Contini salva. Dopo un palo di Canotto, al 36' i calabresi ristabiliscono il pari grazie alla rete di Fabbian che segna col destro da due passi. Al 25' della ripresa segna Canotto ma il gol viene annullato per posizione di fuorigioco dopo il controllo Var. Otto minuti dopo la Reggina raddoppia davvero: corner, palla in area e insacca ancora Fabbian.Grazie alla vittoria, i calabresi mantengono il secondo posto in classifica.

 

Spal-Ascoli 1-1

Pareggio per 1-1 tra Spal ed Ascoli. Gara equilibrata, poi minuti finali di fuoco con una chance per parte per vincere la gara: Lingoyi fermato dal palo, Rauti dalla traversa. Spal in gol al primo tiro in porta con Dickmann la cui conclusione sorprende nettamente Leali. L'Ascoli cerca di fare la partita ma non crea pericoli mentre la Spal al 31' si divora la rete del raddoppio con Moncini che da un metro manda incredibilmente alto. Dal possibile raddoppio spallino al pareggio dei marchigiani con Adjapong che si incunea tra Meccariello e Celia ed infila Alfonso. Prima della pausa rosso per Giovane che lascia i marchigiani in dieci. Nella ripresa nonostante la superiorità numerica la Spal fatica a creare occasioni da rete, mentre gli ascolani badano a difendersi. Unica occasione importante per i padroni di casa al 73' con Celia, ma sulla sua conclusione viene respinta da Leali. Dopo due sconfitte consecutive l'Ascoli porta a casa un prezioso punto mentre la Spal manca l'appuntamento casalingo con i tre punti dal lontano 27 ottobre dello scorso anno quando rifilò cinque gol al Cosenza.

 

Venezia-Sudtirol 0-1

Il Suditrol sogna in grande, piegando 1-0 a domicilio il Venezia e proiettandosi al quinto posto in classifica. Si parte con 32 minuti di ritardo per una buca formatasi vicino a uno degli idranti dell'impianto idrico del Penzo. Il primo tempo non è per nulla spettacolare, con poche azioni da una parte e dall'altra e una partita molto bloccata. I portieri non devono compiere alcun intervento e lo 0-0 è il logico risultato di quanto si è visto in campo. Nella ripresa la gara si vivacizza, il Venezia attacca, Crnigoj trova un muro mentre batte in porta. I cambi sono decisivi per Bisoli e il Sudtirol va in vantaggio: da un cross dalla sinistra di Siega, l'ex Marconi tocca per Tait che in diagonale non lascia scampo a Joronen. Nel finale, Vanoli punta sul 3-4-3 per provare a scardinare la difesa ospite, Pohjanpalo prova a sorprendere Poluzzi ma il risultato non cambia. Il Sudtirol si conferma come la sorpresa della B e per il Venezia, la gara contro il Cittadella diventa importantissima.

 

 

Tutte le news

Serie BKT

Raffaele Celia, a suo agio sulla fascia

L’esterno della SPAL è riuscito ad emergere dopo una gavetta in tutte le categorie

Serie BKT

Arbitri, l'internazionale Ferrieri Caputi a Cittadella

Le designazioni della 23a: a Palermo dirige Minelli, Parma-Genoa a Fourneau

Serie BKT

Fabrizio Caligara, sciabola e fioretto nel centrocampo dell’Ascoli

Tra le certezze del campionato di Serie BKT e del club marchigiano spicca il nome del giovane piemontese

Serie BKT

Il Perugia ha bisogno dell’imprevedibilità di Giuseppe Di Serio

Il giovane attaccante ha inciso spesso sotto porta quando è entrato a partita in corso

Primavera 2 2022/23
Primavera 2

Fra Genoa e Parma ne approfitta la Spal

Pareggi nei due big match del girone A e del girone B dove Lazio e Ascoli non vanno oltre l'1 a 1

Serie BKT

La rinascita di Giorgio Altare

Con l’arrivo di Ranieri il difensore ha trovato ulteriore fiducia e il primo gol nella Serie BKT

loading
expand_less