Patrick Cutrone, per provare ad essere profeta in patria

Il ritorno a Como, città in cui è nato l’attaccante, potrebbe essere la situazione ideale per ritagliarsi di nuovo un ruolo da protagonista

Nella foto LaPresse Cutrone con la maglia del Como

 

Patrick Cutrone è uno di quei calciatori che quando scende in campo dà il massimo per la propria squadra e per la maglia che indossa.

Dopo la ribalta con un club prestigioso come il Milan che l’ha cresciuto sin dalla tenera età, il classe ’98 è diventato in pochissime partite uno dei giovani più apprezzati dell’intero panorama calcistico europeo. I primi passi il giocatore lombardo (nato proprio a Como) li ha mossi nella formazione locale della Parediense, sin da subito ha attirato le attenzioni degli osservatori rossoneri che l’hanno portato al Milan all’età di 8 anni. Ben dieci anni nel settore giovanile del club milanese, in cui l’attaccante è stato in grado di realizzare 136 gol.

Vincenzo Montella ha creduto molto in lui, tanto da portarlo stabilmente in prima squadra e, nella stagione 2016 – 2017, gli ha concesso anche l’esordio in Serie A alla 38° giornata nel match vinto per 3-0 contro il Bologna. L’estate 2017 è stata quella del definitivo approdo alla corte del Milan in prima squadra; infatti, è arrivato l’esordio in Europa League e la prima marcatura da professionista nel match di ritorno del terzo turno preliminare contro l'Universitatea Craiova.

Poi anche la prima rete in Serie A nella prima giornata del campionato 2017 – 2018 contro il Crotone.

In quella stagione Patrick Cutrone è stato l’idolo della tifoseria ed il trascinatore per gran parte del campionato, visto che con 18 gol complessivi è stato il miglior marcatore di quell’annata calcistica per il Milan.

Nella stagione successiva il giovane attaccante ha sofferto la pressione l’arrivo di Higuain prima e Piatek poi. Poco spazio per esprimersi al meglio. Così il classe ’98 ha deciso di rimettersi in gioco per trovare più spazio accettando la corte degli inglesi del Wolverhampton, però l’avventura in Premier League è durata davvero poco, soltanto sei mesi. Nella finestra di mercato invernale del 2020 il ritorno in Italia, ma alla Fiorentina con un prestito biennale. Per Cutrone, in seguito, è arrivata una nuova chance, questa volta ne LaLiga al Valencia. Anche in Spagna l’attaccante non ha trovato la giusta continuità, così ha provato a ritornare in Serie A e sposare il progetto Empoli (avventura che si è conclusa con 31 presenze e 3 gol).

L’estate scorsa si è concretizzato il vero e proprio ritorno a casa per Cutrone con la chiamata del Como.

Per il ragazzo nato a pochi metri dallo stadio Sinigaglia è stato un onore accettare l’ambizioso progetto del club lariano. Dopo i tanti tormentati prestiti, Cutrone ha deciso di provare a ritrovare la stabilità nella sua piazza natale, siglando anche un contratto che lo legherà fino al 2025.

Per Cutrone anche la prima gioia, anzi doppia in quanto nella gara casalinga contro la SPAL sono arrivate le prime marcature con la maglia del Como nella 6° giornata del campionato 2022 – 2023.

Il classe ’98 è dotato di una buona fisicità e di un’ottima rapidità nei primi metri. L’elemento principale che contraddistingue il ragazzo nativo di Como è la sua grande esplosività ed il suo spirito di sacrificio.

Inoltre, è un elemento molto duttile tatticamente, dunque può essere tranquillamente impiegato sia come prima che come seconda punta, ma anche come esterno offensivo in caso di necessità.

 

 

Tutte le news

Serie BKT

Jayden Oosterwolde, un 2001 dalla grande personalità per il Parma

Il terzino olandese è diventato titolare inamovibile dopo l’apprendistato della passata stagione

Serie BKT

Luca Belardinelli: al Südtirol per diventare grande

Il giovane in prestito dall’Empoli è diventato un elemento fondamentale nello scacchiere di Bisoli

Presidente Mauro Balata
Lega B

Assemblea LNPB, riforme e risparmio energetico temi principali

Necessità di confronto con le altre componenti per condividere riforme decise e strutturali che rilancino il mondo del calcio italiano attraverso…

Serie BKT

Ettore Gliozzi, sempre troppo sottovalutato

Il nuovo attaccante del Pisa ha offerto prestazioni e quantità nelle sue ultime esperienze, con D’Angelo potrebbe vivere il momento migliore

Serie BKT

Mehdi Dorval, una piacevole sorpresa sulla fascia

Il terzino del Bari è uno dei giovani da non perdere di vista in questa stagione

Serie BKT

L'internazionale Pairetto per Pisa-Parma

Designati dalla CAN arbitri e assistenti dell'8a giornata della Serie BKT

loading
expand_less