Occhi puntati su Palermo vs Bari

La giornata si apre con una sfida tra due piazze del sud piene di passione, una bellissima vetrina per il campionato

 

La 21a giornata del campionato di Serie BKT 2022-2023, seconda del girone di ritorno, si apre con l’anticipo del Renzo Barbera tra Palermo e Bari. Un match che si preannuncia ricco di contenuti, tanto a livello tecnico e tattico, quanto a livello di sfide dirette, in campo e fuori.

Per descrivere quello che attende i tifosi non si può non partire proprio da questo dato, dalla sfida diretta tra i due bomber che, al momento, guidano la classifica cannonieri del torneo. Parliamo, ovviamente, di Walid Cheddira, in testa alla graduatoria con 12 reti e di Matteo Brunori che lo tallona con 10 reti all’attivo.

Entrambe hanno iniziato il 2023 alla grandissima. Il primo realizzando una doppietta nella vittoria casalinga del Bari contro il Parma, il secondo andando a riprendere per i capelli il match del Curi contro il Perugia, con una girata sotto rete al minuto 89’.

Ma non solo. Il primo è reduce dall’esaltante esperienza con la Nazionale del Marocco nel Mondiale di Qatar 2022, esperienza che se da un lato gli ha fatto saltare sei gare di campionato, dall’altro ne ha elevato il bagaglio esperienziale e tattico oltre che la visibilità internazionale.

Il secondo, di ritorno dallo stage con la Nazionale azzurra, è stato sempre in campo nei 20 match fin qui disputati collezionando 1174’ minuti giocati. Brunori ha realizzato il 45,45% delle reti complessive della squadra di Corini. Di cui sei delle ultime dieci. Dati che fanno del centravanti del Palermo il calciatore di tutta la Serie B che ha inciso di più in assoluto nelle economie della propria formazione.

Due cecchini in questa stagione che venerdì sera si troveranno faccia a faccia, e solo per questo motivo lo spettacolo è già assicurato.

Ma Palermo-Bari, ovviamente, non è solo la sfida tra i attaccanti. È la sfida tra due diverse realtà metropolitane della cadetteria, è la sfida tra due diverse filosofie di gioco, è la sfida tra due tecnici con percorsi e idee diverse, quasi opposte.

Da una parte l’allenatore rosanero, Eugenio Corini, una carriera con diversi anni di Serie A, tanto da calciatore quanto da allenatore, alle spalle. Un tecnico che per indole, predilige il 4-3-3 ma che da qualche settimana ha virato su un più compatto, ma molto redditizio, 3-5-2 con alcuni punti fermi. Palleggio costante, ricerca della giocata tra le linee, grande aggressività, fattore decisivo nel recuperare lo svantaggio di due gol con il Perugia, e dove possibile, verticalità e ripartenza.

Di fronte Michele Mignani, all’esordio in B come tecnico che, se in termini numerici, come Corini, predilige la difesa a quattro e il centrocampo a tre, interpreta la fase offensiva a seconda delle situazioni. In genere l’allenatore schiera un trequartista e due attaccanti di ruolo, ma non disdegna la soluzione con due attaccanti esterni ed una punta centrale.

Il gioco del suo Bari si sviluppa tramite tanta costruzione dal basso, ampio utilizzo di terzini che salgono molto, e centrocampisti che sfruttamento a pieno l’ampiezza del campo. Gli attaccanti che spesso dialogano tra loro, in fase di non possesso sono chiamati al pressing alto. Tutto ciò col fine di un recupero palla da effettuare il prima possibile.

Il Palermo ha vinto solo due volte tra dicembre e gennaio, contro Benevento a domicilio e in casa contro il Cagliari, ma ha mantenuto costante l’approvvigionamento di punti in classifica non avendo mai perso.

Il Bari invece, nello stesso arco di tempo ha collezionato quattro clean sheet su sei partite disputate ottenendo 10 punti e perdendo solo nel big match del Boxind Day contro il Genoa, ma al termine di una gara bella, vibrante ed aperta ad ogni risultato.

Palermo – Bari sarà una che saprà divertire e mettere in risalto la bellezza di questo torneo.

 

 

Tutte le news

Serie BKT

Raffaele Celia, a suo agio sulla fascia

L’esterno della SPAL è riuscito ad emergere dopo una gavetta in tutte le categorie

Serie BKT

Arbitri, l'internazionale Ferrieri Caputi a Cittadella

Le designazioni della 23a: a Palermo dirige Minelli, Parma-Genoa a Fourneau

Serie BKT

Fabrizio Caligara, sciabola e fioretto nel centrocampo dell’Ascoli

Tra le certezze del campionato di Serie BKT e del club marchigiano spicca il nome del giovane piemontese

Serie BKT

Il Perugia ha bisogno dell’imprevedibilità di Giuseppe Di Serio

Il giovane attaccante ha inciso spesso sotto porta quando è entrato a partita in corso

Primavera 2 2022/23
Primavera 2

Fra Genoa e Parma ne approfitta la Spal

Pareggi nei due big match del girone A e del girone B dove Lazio e Ascoli non vanno oltre l'1 a 1

Serie BKT

La rinascita di Giorgio Altare

Con l’arrivo di Ranieri il difensore ha trovato ulteriore fiducia e il primo gol nella Serie BKT

loading
expand_less