Brescia e Reggina fermate da Bari e Modena

Anche alla 7a giornata esce il 2: cinque le vittorie in trasferta. Nessun pareggio

Nella foto La Presse il 2 a 0 di Bellomo

 

Bari-Brescia 6-2

Il Bari si sblocca al San Nicola e schianta il Brescia per 6-2 raggiungendo i lombardi a quota 15 in classifica. Partita già chiusa all'intervallo: comincia Folorunsho, poi raddoppia Bellomo. Il tris arriva con Cheddira che si avvita su un assist di Dorval dalla destra. Il Brescia non si scuote neppure con i cambi e la squadra di Mignani dilaga nella ripresa con Cheddira (settimo sigillo in campionato, dodicesimo in stagione), Antenucci su punizione e il neo entrato Scheidler. Ospiti in rete nel finale con Olzer e Moreo ma è comunque festa grande per i 24 mila tifosi biancorossi.

 

Cagliari-Venezia 1-4

Operazione riscatto fallita nel peggiore dei modi dal Cagliari che è stato pesantemente sconfitto dal Venezia. Quattro a uno il risultato finale in favore dei lagunari che sono riusciti a limitare i padroni di casa alla Unipol Domus e a non scomporsi nonostante l'iniziale vantaggio rossoblù con la punizione di Mancosu al 38' del primo tempo. Questa, però, è stata praticamente l'unica fiammata degli isolani che nella ripresa sono calati consentendo agli ospiti di dilagare. Prima è stato Pohjanpalo, dopo il legno colpito nella prima frazione, a trovare il pari di testa su azione d'angolo, poi è salito in cattedra Cheryshev che con una doppietta (64' e 66') ha ipotecato i tre punti per il Venezia. In chiusura, la rete di Haps che ha decretato il poker finale.

 

Cittadella-Ternana 0-2

La Ternana espugna il Tombolato di Cittadella 2-0. Fin dalle prime battutele due squadre si affrontano a viso aperto e su buoni ritmi. Molto sbarramento a centrocampo da ambo le parti, per cui di occasioni se ne creano poche nella prima parte del match. La gara si sblocca al 34' grazie a un diagonale da fuori area di Palumbo che passa in mezzo ad una selva di gambe e inganna Kastrati. Umbri in vantaggio. Nella ripresa il Cittadella prova una reazione veemente ma trova un muro nella difesa umbra. Gorini prova con i cambi. Effetti immediati non ce ne sono ma, anzi, gli ospiti continuano ad essere pericolosi in contropiede con Donnarumma. Cala il ritmo e i granata non riescono a trovare il bandolo della matassa. L'ultima occasione è per Branca nel recupero ma la sua girata termina ampiamente sul fondo. In compenso dall'altra parte Coulibaly arrotonda e chiude la partita. Ternana lanciatissima in zona playoff, Cittadella in crisi.

 

Modena-Reggina 1-0

Il Modena scaccia la crisi e dopo tre ko di fila compie l'impresa battendo la capolista Reggina, trafitta da Diaw. Al 7' i calabresi trovano il gol con la conclusione di Di Chiara, ma Menez in offside secondo l'arbitro (e il Var) è sulla traiettoria e ostacola Gagno. Poi al 21' super giocata di Menez che si beve Pergreffi e calcia sfiorando il sette. Nella ripresa meglio la squadra di Tesser che passa grazie al colpo di testa di Diaw sul cross di Marsura da sinistra. La reazione calabrese porta alle chance per Cicerelli e Santander, neutralizzate da un ottimo Gagno. Vince il Modena, Reggina piegata 1-0.

 

Palermo-Sudtirol 0-1

Il Palermo post sosta non migliora quello che avevamo lasciato e al "Barbera" rimedia un nuovo stop, il secondo stagionale casalingo dopo quello con l'Ascoli. La vittoria va al Sudtirol che grazie a un gol di Odogwu porta a casa i tre punti contro una squadra di Corini poco incisiva. Al 3' occasione per Floriano con una conclusione dal limite diretta all'angolino sinistro con Poluzzi che si salva in angolo. Al 20' è il Sudtirol a passare in vantaggio, complice un errore di Pigliacelli: il portiere sbaglia dopo un retropassaggio di Nedelcearu e consegna palla a Odogwu che insacca. Comincia la ripresa e al 1' Paterna assegna il rigore al Palermo dopo che Elia finisce a terra in area dopo un contatto; dopo avere rivisto l'episodio al Var il direttore di gara ritorna giustamente sulla sua decisione. Al 12' il Sudtirol sfiora il raddoppio con una conclusione di Roveri, ma Pigliacelli si salva in angolo. Il Palermo si tiene in avanti ma non riesce mai a essere incisivo. Inutile anche l'assalto finale che produce solo un palo interno di Di Mariano in pieno recupero.

 

Parma-Frosinone 2-1

Il Parma ottiene la seconda vittoria di fila battendo al Tardini per 2-1, grazie a due rigori, il Frosinone, alla terza sconfitta consecutiva in trasferta e raggiunto in classifica proprio dai crociati. Il risultato si sblocca allo scadere del primo tempo: ingenuità di Frabotta che atterra Camara in area, per l'arbitro Dionisi è calcio di rigore che Tutino trasforma spiazzando Turati. In avvio di ripresa è ancora Frabotta il protagonista in negativo con un fallo di mano all'interno dei sedici metri che, complice l'intervento del Var, costa il secondo penalty realizzato dal neoentrato Man. Nel finale un altro subentrante Moro raccoglie il lancio illuminante di Mazzitelli, brucia Circati e accorcia le distanze. Al sesto minuto di recupero Lucioni di testa colpisce in pieno la traversa mancando di un soffio il clamoroso pareggio al fotofinish.

 

Perugia-Pisa 1-3

Vince il Pisa con il nuovo allenatore D'Angelo, mentre perde ancora il Perugia (in casa) nonostante il cambio di panchina. Non ha dato i frutti sperati l'arrivo di Baldini alla guida degli umbri. I nerazzurri sono passati in vantaggio al primo affondo con Gliozzi che è svettato al secondo palo sul traversone di Nagy e di testa ha insaccato. Dopo un tentativo di Tramoni neutralizzato da Gori, il Pisa avrebbe potuto raddoppiare con lo stesso Gliozzi, che è andato al tiro su un errato rinvio di Sgarbi ed ha colpito il palo. Il Perugia ha raggiunto il pari con Di Carmine, che ha sfruttato l'assist di Angella sul corner di Bartolomi. Poi lo stesso Di Carmine ha procurato con un tocco di mano il rigore trasformato da Gliozzi ed in pieno recupero è stato Tourè a calare il tris finale.

 

Spal-Genoa 0-2

Il Genoa centra una preziosa vittoria per 2-0 al 'Paolo Mazza' contro la Spal. Erano 43 anni che i liguri non espugnavano Ferrara (1-0 torneo di B 1978-79 gol di Damiani). Rossoblù superiori rispetto ai biancazzurri, locali poco propositivi in attacco. Dopo un'occasione di Yalcin respinta di piede da Alfonso, il Genoa passa con un tiro di Coda deviato nella propria rete da Dickmann (gol da attribuire al centravanti ligure). Da segnalare al 34' un'uscita a valanga del portiere genoano Martinez su La Mantia che l'arbitro punisce con un cartellino giallo. Nella ripresa il Genoa si divora il gol del raddoppio con Yalcin che spara alle stelle da ottima posizione, ma nei minuti finali la chiude con Gudmundsson, che sfrutta un grazioso regalo di Zanellato e batte Alfonso. Vince il Genoa, Spal ko 2-0.

 

 

Tutte le news

Serie BKT

Il Frosinone si salva, ma la Reggina si avvicina

Impresa del Cittadella al Ferraris, il Modena vince il secondo derby di fila. Palermo corsaro

Responsabilità Sociale

Il calcio celebra la giornata dei diritti delle persone con disabilità

A Genova sono scesi in campo gli atleti della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC

Serie BKT

Pohjanpalo segna, Bertinato para: il Venezia va

1 a 1 nel secondo anticipo tra Cagliari e Parma: a segno Camara e Pavoletti

Territorio

Cosa vedere e mangiare a Bari

Una trasferta immancabile in un campionato come questo, una piacevole città da visitare assolutamente

Serie BKT

Occhi puntati su Venezia vs Ternana

Una sfida in cui nessuna delle due squadre può fare passi falsi

Serie BKT

15a giornata al via

Una panoramica sui match che si disputeranno sabato 3 e domenica 4 dicembre

loading
expand_less