Il Lecce vince a Pordenone

La Spal rallenta il Benevento, il Monza raggiunge il Perugia in extremis

Monza-Perugia 2-2

Rocambolesco pareggio per 2-2 tra Monza e Perugia. In un primo tempo sul piano del gioco dominato dagli ospiti di mister Alvini, a sancire il vantaggio del Monza è un rigore concesso ai ragazzi di Stroppa. Il cronometro segna il 43′, veloce ripartenza di Mota Carvalho che viene rimontato da Angella, che appena dentro l’area viene toccato sul piede di appoggio. Abbattista indica il rigore, con Mazzoleni al Var che conferma. Sul dischetto va Valoti che spiazza Chichizola. Umbri che si erano pericolosi al 30′ con Kouan con una saetta dalla lunga distanza. Il Monza reclama un rigore al 38′ per un tocco in area su Valoti, ma non c’è nulla. In avvio di ripresa, al 47′ è Segre a concludere da buona posizione, Di Gregorio si salva in angolo. Il Perugia insiste in avanti e al 17′ per un fallo di Marrone in area su Matos, Abbatista richiamato dal var assegna il rigore che De Luca trasforma in rete per il pareggio. Insistono in attacco gli ospiti che al 75′ si portano in vantaggio con Kouan magistralmente smarcato da Matos. Il Monza è fermato da Chichizola dapprima sulla conclusione di Valoti poi di Favilli e al 90′ di Mota Carvalho. All’ultimo secondo brianzoli trovano i pari con Ciurria, abile a sfruttare un rimpallo favorevole.

 

Pordenone-Lecce 0-1

Il Lecce espugna il campo del Pordenone per 1-0 grazie ad una rete di Gargiulo, avvicinandosi così alla capolista Pisa. Testa-coda in questo ritorno della B con il Lecce in cerca di punti promozione, Pordenone bisognoso di risultati in chiave salvezza. Prima opportunità ospite con Strefezza, ma i padroni di casa non stanno a guardare. Lecce vicino al vantaggio al 17′ con Olivieri, ma il palo salva Perisan. Minuto 24 e arriva il vantaggio dei salentini: assist di destro fantastico di Strefezza per il sinistro di Gargiulo che beffa Perisan a pochi passi dalla porta. Raddoppio di Olivieri sul finale di tempo ma l’arbitro annulla per fuorigioco. El Kaouakibi invece salva tutto su Barreca prima dalla splendida rovesciata di Gargiulo dal limite dell’area piccola, palla fuori. Pordenone che spinge ad inizio ripresa e protesta per un possibile rigore su Butic, ma nessuna massima punizione. Doppia opportunità salentina poco dopo l’ora con Perri che salva tutto su Faragò. Al 67′ seconda ammonizione per Pasa che lascia i neroverdi in 10 in un finale di gara con il Lecce che va vicino al raddoppio con Di Mariano e il Pordenone che sfiora il pari con un colpo di testa di Bassoli.

 

Spal-Benevento 1-1

Inizia bene l’era di Venturato. La Spal infatti ferma sull’1-1 al ‘Paolo Mazza’ il Benevento reduce da cinque successi consecutivi. I sanniti hanno gettato alle ortiche i tre punti fallendo a più riprese la rete del raddoppio e la Spal nel finale è riuscita a riacciuffare il risultato. Giallorossi in vantaggio al 22′ con Tello, che sfrutta un perfetto velo dell’ex Moncini. I sanniti conducono il gioco ma non trovano il raddoppio. Giallorossi anche sfortunati quando Acampora al 27′ colpisce un clamoroso palo. La Spal si rende pericolosa al 37′ con Da Riva, con Paleari che riesce a deviare la conclusione sul palo. Prima dello scadere è Thiam ad evitare la capitolazione compiendo un grande intervento su tiro di Moncini. Nella ripresa la Spal prova a spingere ma è il Benevento ad andare in gol al 64′ con Moncini, rete poi annullata dal var. All’86’ arriva il definitivo pareggio degli estensi con Da Riva che da sottomisura non sbaglia.

 

Nella foto La Presse il gol di Gargiolo che ha dato la vittoria al Lecce