Il Carpi torna a sperare nella salvezza

Battuta la Salernitana, colpo Crotone a Venezia. Pareggiano le big

Pescara-Hellas Verona 1-1

Termina in parita’ 1-1 lo scontro play off all’Adriatico tra Pescara e Hellas Verona. Davanti a quasi 10.000 spettatori (record stagionale di presenze) il Pescara passa subito in vantaggio (7′) con Sottil. Il giovane di proprieta’ della Fiorentina scatta in verticale e sfrutta al meglio un prezioso assist di Brugman battendo Silvestri con un bel diagonale. Il Verona accusa il colpo, ma pian piano prende in mano le redini del gioco sfiorando il pari con Di Gaudio e Gustafson. Nella ripresa i gialloblu’ premono sull’acceleratore creando occasioni a ripetizione. Di Gaudio e Tupta sciupano due ottime chance, ma la pressione degli scaligeri viene premiata al 26’st grazie al neo entrato Faraoni che capitalizza un bel cross di Vitale e batte Fiorillo. Nel finale i padroni di casa si riaffacciano tre volte dalle parti di Silvestri con Scognamiglio, Monachello e Bellini, ma il risultato non cambia. Il Pescara resta quinto a quota 51 conservando due punti di vantaggio sul Verona, a secco di vittorie dall’8 marzo (2-1 a Perugia): da allora quattro pareggi e due sconfitte.

 

Livorno-Palermo 1-1

Finisce 2-2 tra Livorno e Palermo. La formazione del neo tecnico Delio Rossi passa in vantaggio nell’unica azione in cui era riuscita ad entrare in area nel primo tempo, procurandosi un penalty trasformato al 41′ da Nestorovski. Abile la formazione di casa a non perdere la testa, continuando a fare il proprio gioco al rientro in campo e a ribaltare il risultato in meno di 10′. Al 28′ il Livorno pareggia. Raicevic spizzica di testa lasciando proseguire la traiettoria per Diamanti che dalla trequarti, vedendo Brignoli fuori dai pali, scaglia il suo potente sinistro che non perdona. Il Livorno appare in furore agonistico e alla mezzora ci prova con Gori defilato a sinistra. Il suo mancino e’ pero’ fuori misura e troppo debole. Il Palermo appare in difficolta’ mentre il Lviorno ha guadagnato fiducia ed al 37′ arriva il 2-1 con Raicevic che incorna di testa su cross da fuori di Luci. A questo punto è il Palermo ad alzare testa e baricentro, avanza, preme con continuità e su una disattenzione della difesa di casa riesce a pervenire al 2-2 con Trajkoski da poco entrato in campo.

 

Salernitana-Carpi 2-5

Girandola di reti all’Arechi con il Carpi che batte 5-2 la Salernitana. La gara si mette subito in salita per i padroni di casa che dopo 7′ si ritrovano gia’ con un uomo in meno e costretti a rincorrere. Lopez si fa cogliere in fallo su Rolando lanciato a rete con il cartellino rosso che e’ una logica conseguenza. Dal dischetto non fallisce Cisse’. Il pari arriva 10′ piu’ tardi con Djuric che devia di testa in rete un corner di Gigliotti. Il Carpi ritorna in vantaggio e ancora con Cisse’ che, complice un errore di Schiavi, piazza la doppietta stagionale. Nuovo pari al 33′ con Calaio’ che dal dischetto gira a rete un invito di Akpa Akpro. Nella ripresa, subito Carpi per un nuovo vantaggio. Azione personale di Cisse’ che sfrutta un errore di Akpa Akpro e serve Crociata per il terzo vantaggio biancorosso. A 10′ dal termine il Carpi chiude il conto con una rete di Sabbione in probabile offside, contestata dai padroni di casa. Nel finale arriva anche la rete di Arrighini che ha vita facile nell’area granata.

 

Venezia-Crotone 1-4

Brutta sconfitta per il Venezia travolto in un Penzo in piena contestazione da un Crotone quasi perfetto (1-4 il finale), capace di palleggiare e di ripartire, infierendo sugli arancioneroverdi in piena crisi (8 punti in 13 partite). Sembrava iniziare bene il match spareggio per la salvezza, rigore procurato e trasformato da Domizzi, ma un destro chirurgico di Barberis dopo 5′ regala la parita’ agli uomini di Stroppa che dopo aver comandato la prima frazione tracimano nella ripresa. In apertura è Benali a chiudere in rete una percussione di Molina, poi ci pensa Zanellato con un fantastico destro all’incrocio a siglare il 3-1, per poi siglare il poker ancora con Benali che sfrutta un grave errore in uscita di Besea per regalarsi la doppietta personale. Si chiude con i giocatori del Venezia sotto la curva, contestati dal proprio pubblico.

 

Nella foto di Massimo Mucciante il momentaneo 1 a 0 del Pescara sull’Hellas Verona