Primo match ball per l’Empoli, all’Arechi c’è Salernitana-Monza

Il Lecce riceve il Cittadella, in coda brividi con Cosenza-Pescara.

Ascoli – Empoli (sabato 1, ore 14.00)

I precedenti nelle Marche fra le due squadre sono 19: 8 i successi bianconeri (ultimo 1-0 nella serie B 2019/20), 7 i pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2012/13), 4 le vittorie toscane (ultima 2-1 nella serie B 2017/18). Tra le due compagini anche 4 incroci in serie A, con 2 affermazioni per parte: vittorie bianconere nel 1987/88 per 2-0 e nel 2005/06 per 3-1; nel 1986/87 e nel 2006/07 doppio successo empolese, sempre per 1-0.

Ascoli la compagine più “nervosa” del torneo: 9 le espulsioni subite dai marchigiani in 34 giornate della Lega B 2020/21.

Ascoli reduce da 3 vittorie consecutive, e con una sola sconfitta nelle ultime 8 giornate, 1-2 a Cosenza lo scorso 2 aprile; nel mezzo i bianconeri hanno raccolto 4 successi e 3 pareggi.

L’Empoli è la formazione cadetta 2020/21 che segna il maggior numero di reti con subentranti: 10 in 34 giornate.

Empoli dall’attacco record nel primo quarto d’ora di gioco nella B 2020/21: 9 le reti realizzate dal 1’ al 15’, come la Cremonese. Empoli in gol per 26 volte su 62 totali (secondo miglior attacco della B 2020/21 dietro al Lecce, 64) nella mezz’ora finale di gioco: record di 13 marcature fra 61’ e 75’ e 13 tra 76’ e 90’, inclusi recuperi, in entrambi casi primatisti solitari del torneo in questa fascia di partita.

Empoli imbattuto da 28 giornate di campionato: 13 le vittorie azzurre, 15 i pareggi, con ultimo k.o. – ed unico nella serie B 2020/21 – a Venezia, 0-2 lo scorso 31 ottobre. E’ stato eguagliato il record storico degli azzurri in quanto a risultati utili consecutivi in una stagione cadetta, 28, come quello stabilito nel 2017/18, nelle ultime 28 giornate della regular season, con 18 vittorie e 10 pareggi. I toscani segnano da 21 partite ufficiali di fila, totale di 41 marcature, ultimo stop nello 0-0 casalingo di B contro la Reggiana, 22 dicembre scorso.

Empoli al primo match-ball per salire in Serie A: i toscani sarebbero promossi sabato pomeriggio in caso di vittoria ad Ascoli e sconfitta interna della Salernitana sul Monza.

Empoli difesa bunker della Lega B 2020/21: 30 reti subite, come Monza e Salernitana.

Nicolò Casale festeggia le 100 partite da professionista: per lui finora 43 gettoni in B, 49 in C, 7 in coppa Italia con le maglie di Perugia, Prato, Alto Adige/Sudtirol, Venezia ed Empoli. Debutto assoluto il 16 settembre 2017, serie B, Perugia-Parma 3-0.

Due i confronti tecnici ufficiali tra Andrea Sottil e Alessio Dionisi: a bilancio solo pareggi per 1-1.

Andrea Sottil vicino alla vittoria numero 100, da allenatore, in campionati professionistici: finora è a quota 99, di cui 9 in serie B e 90 in Lega Pro. I primi 3 punti della sua carriera da allenatore sono arrivati l’11 settembre 2011 in I Divisione, Siracusa-Portogruaro 1-0.

 

Brescia – Spal (sabato 1, ore 14.00)

I precedenti ufficiali a Brescia fra le due squadre sono 20: 6 i successi dei padroni di casa (ultimo 2-1 nella serie A 2019/20), 11 pareggi (ultimo 1-1 nella serie C-1 1984/85) e 3 vittorie estensi (ultima 3-1 nella serie B 2016/17). Spal in gol in casa del Brescia da 5 partite consecutive: ultimo stop il 25 ottobre 1981 nella Serie B, con vittoria dei padroni di casa per 2-0. Da allora si contano 7 reti per la formazione emiliana.

Il Brescia è una delle due formazioni cadette 2020/21, insieme alla Virtus Entella, che perde nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: -13.

Brescia unica squadra della Serie BKT 2020/21 a non aver mai terminato una partita a reti bianche.

Match che si potrebbe decidere ad inizio ripresa: dal 46’ al 60’, infatti, il Brescia ha la seconda peggior difesa con 13 gol subiti (peggio la Virtus Entella con 20); la Spal, insieme a Cremonese e Venezia, ha il secondo miglior attacco grazie a 12 reti realizzate; meglio ha fatto solo il Lecce con 14.

100 presenze con la maglia della Spal per Alberto Paloschi: finora si contano 69 partite di serie A, 23 di serie B e 7 di Coppa Italia. Esordio il 12 agosto 2017 in coppa Italia: Spal-Renate 1-0.

Primo confronto tecnico ufficiale tra Pep Clotet e Massimo Rastelli.

 

Cosenza – Pescara (sabato 1, ore 14.00)

A Cosenza i precedenti ufficiali tra le due squadre sono 28: 12 i successi calabresi (ultimo 2-1 nella Lega Pro I Divisione 2009/10), 11 i pareggi (ultimo 1-1 nella B 2018/19) e 5 affermazioni abruzzesi (ultima 2-1 nella B 2019/20).

Il Cosenza è la squadra cadetta 2020/21 che ha subito più rigori dopo 34 giornate: 10.

Cosenza formazione che ha raccolto più pareggi della Serie BKT 2020/21: 17.

Cosenza a secco da 307’: ultima rete firmata Kone al 53’ di Cosenza-Ascoli 2-1 del 2 aprile scorso, cui fanno seguito i restanti 37’ contro i marchigiani e le tre gare perse da Cremonese in casa (0-1 al “San Vito-Marulla”), Venezia (0-3) e Pisa (0-3) in trasferta.

Cosenza squadra peggiore del campionato per numero di vittorie interne: soltanto 2, avendo anche il peggior attacco casalingo, insieme al Frosinone, con 12 gol fatti. Pescara ultimo per reti segnate lontano da casa, al pari di Reggiana e Virtus Entella: 11 i centri stagionali in trasferta per abruzzesi, emiliani e liguri. In assoluto si sfideranno primo e terzo peggior attacco del torneo: 26 reti realizzate dai calabresi (come l’Entella), 28 dagli abruzzesi (come la Reggiana).

Pescara formazione cadetta 2020/21 che ha segnato il minor numero di gol con i propri subentranti alla 34° giornata: solamente 2.

Striscia positiva record nella stagione 2020/21 per il Pescara, reduce da 1 vittoria e 3 pareggi, ossia 4 turni senza perdere. Gli abruzzesi sono imbattuti dal 20 marzo scorso, 0-1 a Vicenza.

Il Pescara potrebbe da stasera non centrare più la salvezza diretta: se i biancazzurri non vincessero a Cosenza, sarebbero a –11 (o meno 10) dal Frosinone, oggi a 40, qualora perdesse, con 3 partite ancora rimaste. Pescara che non potrebbe nemmeno agganciare la quint’ultima poltrona se perdesse o pareggiasse al “San Vito-Marulla” e l’Ascoli salisse a 40, battendo l’Empoli.

Inedita la sfida tecnica fra Roberto Occhiuzzi e Gianluca Grassadonia.

Gianluca Grassadonia verso la panchina numero 300 in carriera da allenatore: finora ne conta 299, sommandone 87 in Serie B, 186 in Lega Pro, 4 in Coppa Italia, 15 in Coppa Italia di Serie C e 7 in altri tornei post-season. Ha allenato Salernitana, Paganese, Messina, Pro Vercelli, Foggia, Catanzaro, Pescara, esordendo – in assoluto – il 7 novembre 2009 in Serie B, Padova-Salernitana 3-1. Bilancio: 96 vittorie, 93 pareggi e 110 sconfitte.

 

Cremonese – Reggina (sabato 1, ore 14.00)

Sono 7 i precedenti ufficiali a Cremona tra le due squadre, con totale equilibrio: a bilancio 3 vittorie grigiorosse (ultima 3-2 nella serie B 1990/91), 1 pareggio (0-0 nella serie B 1988/89) e 3 successi amaranto (ultimo 1-0 nella coppa Italia 2006/07). Cremonese a secco in casa contro la Reggina da 228’: ultima rete segnata da Walter Mirabelli al 42’ nella sconfitta per 1-3 del 25 maggio 1997 in Serie B. Da quel gol si contano i residui 48’ di quel match e i restanti 180’ delle due intere partite Cremonese-Reggina 0-2 nella B 1998/99 e 0-1 nella coppa Italia 2006/07.

La sfida storica tra le due compagini è data senza dubbio dallo spareggio per salire in serie A al termine della regular season di B 1988/89, con le due squadre appaiate a 44 punti, come il Cosenza, ma condannato per peggior classifica avulsa a non disputare la gara decisiva per la A: fu 0-0 al 90’ e 120’ sul neutro di Pescara il 25 giugno 1989, con grigiorossi vittoriosi 4-3 ai rigori, con penalty decisivo firmato da Attilio Lombardo (ceduto poi alla Sampdoria, dove due anni dopo vincerà lo scudetto) ed errore amaranto di Michele Armenise.

Nella parte destra della classifica, la Cremonese è la squadra che ha ottenuto il maggior numero di vittorie: 11.

Cremonese attacco record nel primo quarto d’ora di gioco nella Lega B 2020/21: 9 le reti realizzate dal 1’ al 15’ dai grigiorossi, come l’Empoli. Reggina che nei primi 15’ di gara non ha ancora subito un gol dopo 34 turni.

Amaranto distratti nel finale di gara: nell’ultimo quarto d’ora la Reggina è la squadra che subisce più reti, insieme a Pisa, Reggiana e Virtus Entella (12 gol subiti dal 76’ al 90’, recuperi inclusi).

Tra le prime dieci della classifica di Lega B 2020/21, la Reggina ha il peggior attacco, con sole 37 reti messe a segno.

15 punti nelle ultime 8 giornate per la Reggina, che si avvicina minacciosamente in zona playoff: i calabresi hanno perso una volta soltanto negli ultimi 720’ del torneo, 0-1 a Brescia lo scorso 16 marzo, con – in mezzo – 4 successi e 3 pareggi.

Tre i confronti tecnici ufficiali tra Fabio Pecchia e Marco Baroni, con bilancio in perfetto equilibrio: 1 vittoria per ciascuno ed un pareggio.

Ex di lusso Marco Baroni, già allenatore della Cremonese dal luglio all’ottobre 2010 in Lega Pro e dall’ottobre al dicembre 2019 in serie B, per 25 partite ufficiali, sommati i due cicli, con score di 8 vittorie, 9 pareggi ed 8 sconfitte.

 

Frosinone – Pisa (sabato 1, ore 14.00)

A Frosinone i confronti fra le due squadre sono 9: bilancio di 4 successi ciociari (ultimo 2-1 nel playoff di serie C 2013/14), 3 pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2019/20) e 2 vittorie toscane (ultima nella I Divisione 2012/13, 2-1).

Il Frosinone, insieme a ChievoVerona, Salernitana e Pordenone, comanda la classifica delle squadre che hanno subito meno rigori: soltanto 2 in 34 turni della Lega B 2020/21.

Ciociari formazione fair-play del campionato cadetto, con 1 sola espulsione subita in 34 giornate della Serie BKT 2020/21.

Il Frosinone ha ottenuto il maggior numero di pareggi a reti bianche della Lega B 2020/21: 7 volte in 34 giornate.

Frosinone senza vittorie da 7 turni, con 3 pareggi e 4 sconfitte in bilancio. Ultima vittoria ciociara il 6 marzo scorso, 2-1 a Cosenza. In casa l’ultima affermazione giallazzurra risale al 5 dicembre scorso, 3-2 sul Chievo: da allora 7 pareggi e 4 sconfitte in 11 match giocati allo “Stirpe”.

Frosinone distratto prima della pausa: 11 reti incassate dai ciociari tra 31’ e 45’, recuperi inclusi. Pisa la più bucata dei primi e degli ultimi 15’ di gara, rispettivamente con 10 gol subiti tra 1’ e 15’ (record in solitario) e 12 tra 76’ e 90’, recuperi inclusi (in questo caso alla pari di Reggiana, Reggina e Virtus Entella).

Frosinone tra i peggiori attacchi del torneo con 29 reti segnate (peggio hanno fatto Reggiana e Pescara con 28, Cosenza e Virtus Entella con 26) e peggior fase offensiva casalinga a causa di 12 sigilli (in coabitazione con il Cosenza). Difesa del Pisa la più bucata lontano da casa: 33 i gol al passivo per i nerazzurri.

Simone Benedetti alla presenza numero 200 in Serie B: ne ha raccolte finora 199, vestendo le maglie di Torino, Gubbio, Spezia, Padova, Bari, Cagliari, Virtus Entella e Pisa. Esordio nella serie cadetta datato 30 maggio 2010, Torino-Cittadella 1-0.

Sfida ufficiale inedita tra i tecnici Fabio Grosso e Luca D’Angelo.

 

Lecce – Cittadella (sabato 1, ore 14.00)

Due i precedenti ufficiali al “Via del Mare” tra le due formazioni e padroni di casa mai vittoriosi: a bilancio 1 pareggio (1-1 nella B 2018/19) e 1 successo veneto (1-5 nella B 2009/10). In questi 2 match entrambe le squadre sono sempre andate a segno, per un totale di 8 gol fatti e una media di 4 reti-partita.

Il Lecce è la formazione cadetta 2020/21 che calcia il maggior numero di rigori in 34 giornate di Lega B 2020/21: 11.

Il Lecce è la squadra della Serie BKT 2020/21 che ha guadagnato nelle riprese il maggior numero di punti rispetto al 45’: +15. Non a caso è proprio quella di Corini la formazione della Lega B più prolifica dei secondi tempi con 37 gol fatti; record di reti in specifico sopratutto dal 46’ al 60’, 14 centri in questa fase di gara.

Massimo Coda, capocannoniere del campionato a quota 21 reti stagionali (raggiunto il suo record personale, 21 col Benevento 2018/19 in serie B), è il più decisivo della Serie BKT 2020/21, sia in senso assoluto che relativo: 26 i punti portati alla propria squadra su 61 totali, pari al 42,6% del globale per la formazione di Corini.

Salentini con il miglior attacco del torneo grazie a 64 reti segnate. I giallorossi sono i più prolifici sia tra le mura amiche che lontano da casa, rispettivamente con 33 e 31 centri. Cittadella tra le migliori difese del torneo per merito delle sole 31 reti subite; meglio hanno fatto Empoli, Salernitana e Monza con 30 ciascuna.

Il Cittadella è la cooperativa del gol nella Lega B 2020/21 dopo 34 giornate: 18 marcatori diversi per i granata veneti. Il Lecce segue a ruota con 16 calciatori a segno, come Brescia e Vicenza.

Nelle 4 sfide tecniche ufficiali tra Eugenio Corini e Roberto Venturato perfetta parità: 1 vittoria per parte e 2 pareggi.

Periodo storicamente migliore il mese di maggio per Roberto Venturato: ha una media punti-partita di 1,88, frutto di un bilancio di 14 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte in 25 partite.

 

Reggiana – Pordenone (sabato 1, ore 14.00)

Sono 4 i precedenti ufficiali a Reggio Emilia tra le due formazioni, con bilancio di 2 vittorie granata (ultima 1-0 nella serie C 2017/18), 1 pareggio (0-0 nella serie C 2016/17) e 1 successo esterno (4-1 nella serie C 2015/16). Neroverdi a secco in casa della Reggiana da 208’: ultima rete siglata da Alberto Filippini al 62’ nel giorno dell’unica vittoria del Pordenone, il 22 novembre 2015, in serie B. Da allora si contano i residui 28’ di quel match e i restanti 180’ delle intere partite Reggiana-Pordenone 0-0 nella C 2016/17 e 1-0 nella C dell’anno seguente.

Granata distratti nel finale di gara: nell’ultimo quarto d’ora la Reggiana è la squadra che subisce più reti nella Lega B 2020/21, alla pari di Pisa, Reggina e Virtus Entella: 12 gol subiti dal 76’ al 90’, recuperi inclusi per ciascuna di esse.

Reggiana tra le due squadre più sconfitte del campionato, insieme alla Virtus Entella: 19 i match persi dagli emiliani (e dai liguri).

Reggiana senza successi da 10 giornate: 4 pareggi e 6 sconfitte per i granata di Alvini, la cui ultima vittoria risale al 3-0 di Cittadella dello scorso 20 febbraio.

2 i rigori a favore per la Reggiana in questa stagione, l’unica del campionato cadetto 2020/21 ad averne ricevuti così pochi. Pordenone, invece, tra le squadre che ne hanno subiti meno: 2, insieme a ChievoVerona, Frosinone e Salernitana.

Pordenone la compagine cadetta 2020/21 leader per espulsioni a favore: 10 in 34 giornate

Il Pordenone è una delle squadre della Lega B 2020/21 che segna con meno giocatori: 10 in 34 giornate, come la Virtus Entella.

Pordenone reduce da 6 sconfitte esterne di fila: i friulani non vanno a punti lontano da casa dal 9 febbraio scorso, 3-1 a Ferrara, sulla Spal.

Gara 300 nel professionismo per Alessandro Bassoli, che finora somma 1 gettone in serie A, 46 in B, 225 in Lega Pro, 17 in coppa Italia e 10 in altri tornei con le casacche di Bologna, Foligno, Modena, Valenzana, Sudtirol Alto Adige, Santarcangelo, Cremonese, Pordenone. Debutto assoluto il 16 maggio 2010, serie A, Cagliari-Bologna 1-1.

Confronto tecnico ufficiale inedito tra Massimiliano Alvini e Maurizio Domizzi.

Periodo storicamente migliore il mese di maggio per Massimiliano Alvini: ha una media punti-partita di 1,80, frutto di un bilancio di 3 vittorie e 2 sconfitte in 5 partite.

 

Salernitana – Monza (sabato 1, ore 14.00)

Sono 11 i precedenti ufficiali a Salerno tra le due compagini, con biancorossi mai vittoriosi: a bilancio 7 vittorie dei padroni di casa (ultima 2-0 nella I Divisione 2010/11) e 4 pareggi (ultimo 1-1 nella coppa Italia di Serie C 2013/14).

Salernitana imbattuta in casa da 8 partite, di cui 4 vinte e 4 pareggiate, con ultima sconfitta datata 4 gennaio scorso, 0-2 dal Pordenone. I granata sono la compagine cadetta 2020/21 che ha vinto più partite di tutti tra le mura amiche: 10.

La Salernitana ha subito 3 sole reti nelle ultime 10 giornate, quelle del k.o. a Lecce, 0-2, lo scorso 2 aprile e quella nella vittoria casalinga contro il Venezia, 2-1, il 17 aprile passato. Otto i “clean sheet” granata nel periodo.

La Salernitana, insieme a ChievoVerona, Frosinone e Pordenone, comanda la classifica delle squadre che hanno subito meno rigori: soltanto 2 in 34 giornate. Il Monza è secondo per rigori calciati con 8, dietro al Lecce a quota 11.

Sfida tra due delle migliori difese del torneo cadetto 2020/21, 30 reti subite da entrambe (come dall’Empoli); in specifico i campani hanno la porta meno bucata nei match giocati in casa (10 gol subiti) mentre i brianzoli per quanto riguarda le partite in trasferta (16 reti incassate, al pari di Lecce ed Empoli).

Tra Fabrizio Castori e Cristian Brocchi 4 precedenti tecnici ufficiali, con perfetto equilibrio: 1 vittoria per ciascun allenatore e 2 pareggi il bilancio complessivo.

 

Venezia – ChievoVerona (sabato 1, ore 14.00)

Sono 13 i precedenti ufficiali del derby veneto al “Penzo”: in bilancio 5 vittorie arancioneroverdi (ultima 2-1 nella B 2000/01), 6 pareggi (ultimo 0-0 nella serie A 2001/02) e 2 successi scaligeri (2-0 nella B 2019/20).

Il Venezia ha segnato il 51% delle proprie reti nella Lega B 2020/21 – 24 su 47 totali – a cavallo della pausa: 12 gol tra 31’ e 45’ di gioco inclusi recuperi (record per il torneo cadetto attuale in questa fase di gara) e anche 12 fra 46’ e 60’, come Cremonese e Spal (in questa fase, con 14 gol, meglio solo il Lecce).

Venezia che in casa ha totalizzato solamente 2 pareggi: meno di tutti in questa Serie BKT. ChievoVerona che in trasferta è la compagine che ne totalizza di più (9, proprio come i lagunari).

Il ChievoVerona, insieme a Salernitana, Frosinone e Pordenone, comanda la classifica delle squadre che hanno subito meno rigori nella Lega B 2020/21: soltanto 2.

Chievo senza successi esterni dal 4 gennaio scorso, 2-0 a Cremona; nelle 9 trasferte successive, 5 pareggi e 4 sconfitte scaligere.

Secondo confronto tecnico ufficiale tra Paolo Zanetti e Alfredo Aglietti: a bilancio il pareggio per 1-1 nella gara del girone d’andata di questa stagione.

Alfredo Aglietti a caccia del 200° risultato utile ufficiale nella regular season della Serie B: finora ne conta 199, sommando 96 vittorie e 103 pareggi in 289 panchine (con 90 sconfitte). Nella serie cadetta ha allenato le formazioni di Empoli, Novara, Virtus Entella, Ascoli, Hellas Verona e ChievoVerona, ottenendo il primo risultato utile il 22 agosto 2010, Frosinone-Empoli 2-3.

 

Virtus Entella – L.R. Vicenza (sabato 1, ore 14.00)

Sono 5 i precedenti ufficiali tra le due squadre in Liguria, con ospiti mai vittoriosi: a bilancio 3 vittorie biancazzurre (ultima 4-1 nella Serie B 2016/17) e 2 pareggi (ultimo 1-1 nella Serie C1 2013/14).

L’Entella retrocede in Lega Pro da sabato se farà lo stesso risultato del Cosenza, da cui dista –9 ed ha scontri diretti sfavorevoli. Per sperare ancora, la formazione di Volpe dovrà “mangiare” almeno un punto ai rossoblu calabresi.

Entella squadra peggiore del campionato: peggior attacco, insieme al Cosenza, con sole 26 reti segnate in 34 giornate, ed anche peggior difesa con 55 gol incassati. Ha vinto solamente in 4 occasioni (nessuno peggio nella Lega B 2020/21) e perduto in 19 (come la Reggiana).

Entella senza successi da 15 giornate: ultima vittoria datata 22 gennaio scorso, 2-1 in casa sul Pisa, poi 6 pareggi e 9 sconfitte. A riprova di ciò 2 sole reti segnate dai liguri nelle ultime 9 giornate, firmate da  Brunori Sandri su rigore al 53’ dell’1-1 casalingo contro il Monza dello scorso 2 aprile e da Andrea Schenetti al 29’ nell’1-1 a Pescara del 27 aprile.

La Virtus Entella è una delle squadre della Lega B 2020/21 che segna con meno giocatori: 10 in 34 giornate, come il Pordenone. Il Vicenza è secondo in questa graduatoria a quota 16, insieme a Brescia e Lecce (meglio solo il Cittadella con 18).

La Virtus Entella è una delle due formazioni cadette 2020/21, insieme al Brescia, che perde nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: -13. Il Vicenza è subito dietro con un differenziale di –8.

L’Entella ha subito ben 20 dei suoi 55 gol nella Lega B 2020/21 nei primi 15’ della ripresa, dove è decisamente la squadra più distratta del torneo. Periodo buio, per i “diavoli neri”, anche da 76’ al 90’, recuperi inclusi: è la più battuta di questo quarto d’ora a causa di 12 reti incassate, al pari di Pisa, Reggiana e Reggina. Il Vicenza è subito alle loro spalle a quota 11 gol subiti in questa fase di gara.

Vicenza unica formazione della Lega B 2020/21 che vanta il minor numero di espulsioni a favore: 2 in 34 giornate.

Secondo confronto tecnico ufficiale tra Gennaro Volpe e Domenico Di Carlo: l’unico precedente risale al 18 maggio 2018 in Serie B, quando l’attuale allenatore dei biancorossi sedeva sulla panchina del Novara, con risultato finale di 1-0 esterno per la Virtus Entella,che grazie a quella vittoria agganciò in classifica a quota 44 i piemontesi e, trattandosi dell’ultima giornata della regular season, ottenne l’accesso ai playout contro l’Ascoli (poi persi dai liguri), condannando direttamente in Lega Pro la formazione di Di Carlo.

Maggio mese “nero” per le formazioni allenate da Di Carlo: il tecnico biancorosso viaggia ad una media di 0,93 punti-partita, frutto di un bilancio di 7 vittorie, 20 pareggi e 17 sconfitte in 44 match disputati.

Domenico Di Carlo vicino al 400° risultato utile in carriera ufficiale da allenatore professionista: finora il mister di Cassino ne conta 399, suddivisi in 204 vittorie e 195 pareggi. A questi si sommano le 193 sconfitte, che portano il coach del Vicenza ad un totale di 592 panchine ufficiali. Il primo risultato utile lo ottenne nella partita d’esordio, il 17 agosto 2003 nella coppa Italia di Serie C: Mantova-Spal 1-0.

 

 

Testi e statistiche: FOOTBALLDATA FIRENZE